Pensiero Domestico | arte cultura artigianato spazio d'arte Associazione Culturale Il Chiodo Sermoneta LatinaPensiero Domestico | arte cultura artigianato spazio d'arte Associazione Culturale Il Chiodo Sermoneta LatinaPensiero Domestico | arte cultura artigianato spazio d'arte Associazione Culturale Il Chiodo Sermoneta LatinaPensiero Domestico | arte cultura artigianato spazio d'arte Associazione Culturale Il Chiodo Sermoneta LatinaPensiero Domestico | arte cultura artigianato spazio d'arte Associazione Culturale Il Chiodo Sermoneta LatinaPensiero Domestico | arte cultura artigianato spazio d'arte Associazione Culturale Il Chiodo Sermoneta LatinaPensiero Domestico | arte cultura artigianato spazio d'arte Associazione Culturale Il Chiodo Sermoneta LatinaPensiero Domestico | arte cultura artigianato spazio d'arte Associazione Culturale Il Chiodo Sermoneta LatinaPensiero Domestico | arte cultura artigianato spazio d'arte Associazione Culturale Il Chiodo Sermoneta LatinaPensiero Domestico | arte cultura artigianato spazio d'arte Associazione Culturale Il Chiodo Sermoneta LatinaPensiero Domestico | arte cultura artigianato spazio d'arte Associazione Culturale Il Chiodo Sermoneta LatinaPensiero Domestico | arte cultura artigianato spazio d'arte Associazione Culturale Il Chiodo Sermoneta LatinaPensiero Domestico | arte cultura artigianato spazio d'arte Associazione Culturale Il Chiodo Sermoneta Latina
Pensiero Domestico

SI INAUGURA SABATO 6 DICEMBRE, ALLE ORE 18
LA PERSONALE DI CICCIO MITROTTI AL CHIODO DI SERMONETA

Si apre domani, sabato 6 dicembre, la personale dell’artista Ciccio Mitrotti presso Il Chiodo di Sermoneta. L’inaugurazione avverrà alle ore 18, con il saluto del sindaco di Sermoneta Giuseppina Giovannoli, l’introduzione di Luigi Ferdinando Giannini, presidente dell’Associazione Culturale Il Chiodo, e la presentazione delle opere da parte della professoressa Lella Leoci.
A seguire, ci sarà un concerto per solo flauto del Maestro Alessandro Muolo, che interpreterà brani di Bach, Paganini, Stamitz, Telemann e Margola.
«L’arte di Ciccio Mitrotti – afferma la professoressa Leoci – produce sempre una sensazione speciale: basta soffermarsi ad ammirare le sue tele, ed ecco che i rumori del mondo si dissolvono pian piano e, come per magia, si ritrova il sentiero di casa. Non dell’abitazione consueta, ma di quella che ognuno di noi si porta dentro, preziosa».
La mostra, significativamente intitolata “Pensiero domestico”, annovera oli, acquerelli, pastelli ed incisioni.
«La sua passione per il colore – aggiunge Anna Maria Pellegrini Passiatore, docente di Storia dell’Arte – ha portato Mitrotti a sperimentare più tecniche, dai pastelli all’acquerello, dalle tempere all’olio, a volte servendosi della spatola per rendere sulla tela quell’effetto materico che è la nota caratteristica di molti suoi dipinti».
Uno stile in grado di rendere vivide le immagini.
«Sulle sue tele – prosegue la professoressa Passiatore – alberi, case, scorci di paesaggi, scatole, ortaggi, vivono di una definitezza formale in una realtà altra, diversa, ma certamente più solida,più viva, più vera. I suoi oggetti prendono vita, diventano forme concrete che danno,come dice Cézanne, “il brivido della durata”, “che ci fanno gustare la natura come eterna”».
Per questo diventa fondamentale l’uso del colore.
«Il colore, per Mitrotti, non è un complemento della forma – sottolinea la Passiatore – ma si materializza sulla tela, diventa corposo, si addensa in un impasto vitale, in grado di richiamare la nostra attenzione, facendoci soffermare e indugiare sulla piccola pennellata, o sulla linea ora marcata, ora snella, ma pur sempre essenziale».
Un’essenzialità che si ritrova nei soggetti dipinti da Ciccio Mitrotti.
«Ciccio riesce così a far sintesi di cose diverse – interviene il professor Bartolo Lacerenza –, ad unire degli opposti: il vero e l’immaginazione, l’istantaneo e il duraturo, il segno e il colore, la percezione e la riflessione; i volumi sono semplificati, definiti in modo da aver maggior peso; i colori vi si organizzano in immagini di grande intensità espressiva e si esaltano nelle valenze intrinseche di luce-colore».
«Bisogna fermarsi e non passare frettolosamente davanti alle sue tele – conclude Lella Leoci – per assaporare tutte le ricchezze che egli ha raccolto e cesellato con amore: e allora un paesaggio, un vaso di fiori, una sedia con qualche oggetto posato sopra, così per caso, un tavolo con degli ortaggi, un cappellino,innocente vanità di signora, cessano di essere pure rappresentazioni ed emanano il fascino di una realtà vera, non virtuale, mai ostentata, cioè democratica e senza gerarchie».
Tra le opere di Mitrotti saranno collocate alcune lampade artistiche dello studio maRAMEo. Lo spazio d’arte sermonetano Il Chiodo, di piazza del Popolo 13, ospiterà la mostra fino al 25 gennaio 2009, ad ingresso libero.

pietrocontento.it Valid HTML 4.01 Transitional CSS Valido!